Day: 09/10/2021

Misteri ufo e alieni: Le circostanze che le hanno precipitate e la genesi del caso Roswell

La storia iniziò il 3 luglio nella contea di Chaves, circa 90-100 chilometri a nord-ovest di Roswell, una remota città del New Mexico di 27.000 residenti, principalmente allevatori e truppe dell’adiacente stazione aerea. 

La mattina successiva, il ranchista William Ware Mac Brazel scoprì una quantità significativa di fogli, barre e lattice nella sua proprietà. Il 6 luglio, Mac Brazel si recò a Corona per informare lo sceriffo, George Wilcox, e mostrare i resti scoperti nella sua proprietà: l’allevatore scelse di informare le autorità perché in città circolavano già voci sui “dischi volanti”, come l’avvistamento di strani oggetti volanti non identificati da parte di due residenti locali, Mr. e la signora Wilmot, il 2 luglio. 

Braze scortò lo sceriffo sul luogo del ritrovamento, molto probabilmente accompagnato da un militare (“un tizio in abiti civili”, secondo i resoconti) al fine di raccogliere ulteriori prove da visionare e analizzare. Secondo il rapporto iniziale, “pezzi di gomma, carta stagnola, carta piuttosto forte, pali di legno e un filo di nylon” furono scoperti tra i resti di un oggetto sconosciuto.

Il giorno successivo, l’ufficio informazioni pubbliche del Roswell Army Air Field (RAAF) ha rilasciato una dichiarazione alla stampa, che è stata pubblicata nel giornale Roswell Daily Record, riportando la scoperta da parte del personale militare di un oggetto volante inspiegabile da un ranch vicino a Roswell, generando una significativa attenzione dei media. Il giorno dopo, l’Air Force ha rilasciato la sua smentita iniziale, affermando che le truppe RAAF hanno recuperato un pallone, non un “disco volante”.

Qui troverete articoli simili : https://cropfiles.it/2021/10/07/tito-e-gli-alieni-streaming-jurassic-park-celebra-il-suo-25-anniversario/ https://cropfiles.it/2021/10/01/esistono-gli-alieni-forse/

Ripresa del caso Roswell e rinnovato interesse per il caso nei media

Stanton T. Friedman, ufologo ed ex ricercatore di fisica nucleare, intervistò Jesse Marcel, il maggiore ritratto nel 1947 con i resti del pallone e che, insieme al generale Roger Ramey, dichiarò che il pallone era quello caduto a Roswell. Il maggiore ha detto durante l’intervista che il resoconto dell’Air Force è stato fabbricato con lo scopo di nascondere la verità e nascondere ciò che è realmente accaduto nel New Mexico nel luglio 1947.

Nel 1980, William Moore Charles Berlitz pubblicò The Roswell Incident su suggerimento di Friedman, portando l’incidente di Roswell all’attenzione dei media mondiali.

Il nuovo scenario proposto prevedeva l’esplosione di un’astronave e la successiva caduta di frammenti nel territorio di Corona nel ranch Brazel (avvenuta nella notte tra il 2 e il 3 luglio), mentre il corpo centrale dell’aereo si schiantò nella pianura di San Augustin a circa 200 chilometri a nord-ovest di Roswell, dove furono recuperati anche i corpi.

Kevin Randle, un ufficiale USAF in congedo, fece le sue ricerche e fu coautore del libro UFO Crash at Roswell del 1991 con Donald R. Schmitt, aggiungendo ulteriori elementi al racconto. Friedman, a sua volta, continuò la ricerca e fu co-autore del libro Crash at Corona con Don Berliner nel.

Misteri ufo e alieni: Crimini irrisolti e misteri che vanno dagli UFO agli alieni

Per saperne di più sui misteri e i segreti del mondo, ecco il portale perfetto per notizie affidabili e dossier confermati, sia attuali che storici. 

Per chi cerca informazioni settoriali e approfondimenti completi, qui si possono leggere centinaia di articoli e contemporaneamente vedere immagini e registrazioni video davvero uniche e intriganti.

 Anche i più scettici dovranno ricredersi di fronte a tali notizie, e coloro che non credono negli alieni scopriranno che tali notizie sono in grado di mandare in frantumi anche la certezza più impenetrabile. La sede legale  italiana di archeologia categoria i risultati di un film. Lo consegnano in qualsiasi tipo di formato .

Storia I racconti oscuri della Chiesa

Indaga il mondo di Focus. Ogni mese, in edicola, puoi scegliere la rivista che più ti interessa. Focus, la rivista scientifica popolare più letta in Italia, Focus Storia, un modo fresco e interessante di conoscere la storia, e Focus Domande & Risposte, un magazine di intrattenimento curioso e intellettuale.

La storia (truce) della follia raccontata attraverso gli occhi di monarchi e imperatori pazzi, le medicine usate per “curarla” nel corso dei secoli e la sequenza infinita di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un incubo. Inoltre, quando le donne si sfidarono a duello; la sanguinosa Guerra delle Due Rose nell’Inghilterra del XIV secolo.

Senza acqua non ci sarebbe la Terra, l’uomo è l’animale che consuma più acqua e i mari governano la nostra sopravvivenza: un dossier completo che include le più recenti scoperte scientifiche. Inoltre, come funziona un mental coach; chi sono i cacciatori di fulmini; come operano i cacciatori di antimateria; e la capacità di fiuto dei cani che lavorano per l’uomo.

Sette siti antichi che alcuni sostengono essere di origine extraterrestre

Il fatto che gli alieni molto probabilmente non hanno nulla a che fare con questo non diminuisce la loro unicità o mistica.

Le nuvole incombono sulle imponenti sculture dell’Isola di Pasqua.

Il nostro mondo ospita magnifiche reliquie del passato, opere che sembrano sfidare le capacità tecniche del loro tempo a causa delle loro dimensioni, peso o complessità.

Di conseguenza, alcuni credono che le persone che hanno costruito le piramidi egiziane, disegnato le linee di Nazca, e creato altre opere paragonabili lo hanno fatto in conformità con un manuale di istruzioni alieno. Forse le mani che hanno creato questi paesaggi erano davvero ultraterrene?

Per essere sicuri, può essere divertente speculare sul fatto che gli alieni abbiano mai visitato la Terra. Dopo tutto, noi umani siamo sul punto di raggiungere luoghi che non avremmo mai immaginato immaginabili, come Marte. Tuttavia, la realtà è che non abbiamo alcuna prova che gli alieni abbiano visitato il nostro pianeta. E cercare una spiegazione soprannaturale per alcune delle più grandi conquiste dell’umanità significa trascurare i modi meravigliosi in cui le antiche civiltà hanno dato vita ad alcuni dei più bei e misteriosi capolavori del mondo.

Misteri ufo e alieni: Le linee di Nazca

Nel deserto peruviano, un aereo passa sopra un antico geoglifo che raffigura un ragno.

Più di 800 lunghe linee bianche e diritte sono state trovate nel deserto peruviano, su un arido altopiano a circa 320 chilometri a sud-est di Lima. Tuttavia, collegando queste linee, si ottengono 300 figure geometriche e 70 immagini di animali, tra cui un ragno, una scimmia e un colibrì.

La linea più lunga si estende per chilometri in linea retta. Le figure più alte raggiungono quasi 370 metri di altezza e sono facilmente visibili dall’alto. Gli scienziati credono che le pitture di Nazca risalgano a circa 2.000 anni fa, e a causa della loro scala, visibilità dall’alto, e soprattutto, la loro natura enigmatica, sono spesso considerate come uno dei più bei casi di reliquie extraterrestri sulla Terra. Se così non fosse, come potrebbe un’antica cultura aver creato dipinti così dettagliati in mezzo al deserto senza la capacità di volare? E perché?

In effetti, comprendere come sono stati costruiti è molto semplice. I geoglifi, come vengono chiamati gli enigmatici modelli, sono stati creati rimuovendo lo strato superiore di pietre color ruggine dal terreno, evidenziando la sabbia bianca sottostante.

Capire perché, invece, è un po’ più difficile. Quando sono iniziate le indagini all’inizio del 1900, si supponeva che i modelli fossero coordinati con le costellazioni o i solstizi. Tuttavia, ricerche più recenti suggeriscono che le linee di Nazca rappresentano luoghi di fertilità e pratiche di culto dell’acqua. Inoltre, le figure sono visibili non solo dall’alto, ma anche dalle cime delle colline circostanti. Una visione che è alla portata dell’uomo.

Un’usanza familiare

I diari di Jacques Vallée sono iniziati nel 1957 e la versione più recente è stata pubblicata nel 1999. Il principe del Liechtenstein appare soprattutto nelle pagine degli anni ’80 e ’90. Jacques Vallée racconta una visita al castello di Vaduz in un saggio del novembre 1989. “Abbiamo pranzato con la famiglia del principe nella più piccola sala da pranzo: sua moglie, sua sorella e due dei suoi figli. In un salone, il caffè è stato dato “ha annotato sobriamente nel suo diario. Le conversazioni riguardanti gli UFO e altri “eventi paranormali” continuarono presumibilmente fino alle prime ore del mattino.

Misteri ufo e alieni: Alla ricerca di propulsori di ricambio

Sarah ScolesLink esterno, una giornalista con sede negli Stati Uniti che contribuisce alle pubblicazioni di tecnologia “Wired” e “Popular Mechanics”, tra le altre, ha intrapreso uno studio completo della comunità di appassionati di UFO. Ha appena pubblicato un libro intitolato “Sono già qui: UFO Culture and Why We See Saucers” in cui ha dettagliato le sue esperienze.

“Gli UFO sono discussi e scritti più seriamente che mai”, dice Sarah Scoles a Swissinfo.ch. “Sono coperti da importanti organizzazioni di notizie e discussi in briefing politici, almeno negli Stati Uniti”. Le rivelazioni del New York Times su un programma del Pentagono dedicato agli UFO ne sarebbero la spiegazione. “Il fatto che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti prenda sul serio gli UFO dà a questo argomento una certa credibilità”.

La morte di Robert Haussmann è un imbarazzo progettuale.

Questo articolo è stato pubblicato il 01 ottobre 2021. Robert Haussmann è morto il 21 settembre. Con sua moglie, ha giocato a liberare l’architettura dai limiti del modernismo. la consegna di ufologia è molto veloce.

Hans-Adam II è attualmente residente a Vienna. Nel 2004, ha delegato l’esecuzione dei poteri sovrani del Principato a suo figlio Alois, ma rimane capo di stato del Liechtenstein. Da allora, si è dedicato alla gestione del patrimonio familiare, che secondo la rivista Bilanz vale tra i 9 e i 10 miliardi di franchi svizzeri. Se potesse scegliere la sua carriera, ha detto il principe a novembre, diventerebbe probabilmente uno scienziato o un archeologo.

Scroll to top