La chiesa e gli alieni: Anche Papa Francesco ha avuto qualcosa da dire

Padre Funes, padre Consolomagno e padre Reyna sono tutti gesuiti, come avrete notato. Come l’ultimo Papa in carica, il gesuita: Francesco, il Papa Francesco (Foto 7) ha menzionato i marziani nella sua omelia del 12 maggio 2014. Commentando una sezione del libro “”Se domani venisse una spedizione di marziani, per esempio, e alcuni di loro venissero da noi, ecco”, ha affermato in Atti degli Apostoli. Non sono marziani? Esistono gli alieni? Verdi, con un muso enorme e grandi orecchie, come se fossero disegnati da bambini… “Ma”, si potrebbe obiettare, “io voglio il battesimo! Cosa succederebbe se ciò accadesse?”.

Gli egizi e gli alieni Non a caso, la menzione dei marziani e del battesimo prefigurava di qualche mese la pubblicazione del libro di Padre Guy Consolomagno.

Dalla loro fondazione, i gesuiti hanno formato una parte sostanziale dell’élite mondiale, in ogni ambito della società civile e militare, attraverso scuole, centri culturali ed educativi. Politici, finanzieri, fabbricanti, scrittori e giornalisti provengono tutti da scuole gesuite. Inoltre, hanno un patrimonio culturale unico al mondo, che hanno accumulato durante secoli, in ogni angolo del globo, come risultato delle loro costanti e pervasive campagne di propaganda cattolica.

Tornando al tema degli UFO, ho una domanda: “È possibile che la cattolica, attraverso i gesuiti, sarà la prima ad esporre l’esistenza degli alieni nel mondo, con uno dei suoi membri di spicco che lo dichiarerà ufficialmente? Sarà Papa Francesco?

Siamo qui, attenti e vigili, sulla prossima gestione del segreto più nascosto dell’umanità: Carlo Di Litta, ricercatore e reporter indipendente nel campo dell’ufologia e della realtà esistenza extraterrestre, ha scritto “l’Esistenza di Civiltà Extraterrestri”. Ha partecipato a numerosi avvistamenti ed è stato ripreso e videoregistrato prezzo più volte. Un editore è un sostenitore del libero pensiero e della distribuzione delle informazioni.

la Chiesa nega l’esistenza degli extraterrestri

Lissoni, Alfredo esce in Algama FENOMENI PARANORMALI ITALIANI, un ebook di Manuel Montero, che ha raccolto negli ultimi anni molte testimonianze dal regno  degli X-Files. Il racconto dell’ufologo Alfredo Lissoni al giornalista è presente in esclusiva sul fronte del Blog.

Il contributo di Manuel Montero Preparatevi, poiché il sottotitolo del libro, “Ufo: la Bibbia Segreta” (Unoeditori), è già un cataclisma: “la verità che la nasconde sulla presenza extraterrestre sul nostro pianeta”. Anche così, non racconta tutta la storia: Parla di antichi manoscritti che raccontano la presenza degli extraterrestri, così come di testi religiosi che sono stati repressi per evitare che la verità venga fuori. I rapimenti UFO, gli ibridi umani,l’ingegneria genetica umana e gli dei e i personaggi biblici che non erano veramente dei sono tutti discussi. È il culmine di tutto il pensiero più radicale dell’ufologia moderna, che trascende gli ambienti accademici. Tuttavia, ha condotto un gran numero di studi. L’autore è Alfredo Lissoni, noto ufologo italiano, giornalista e creatore di numerosi programmi radiofonici e televisivi sull’argomento. Soprattutto professore di teologia: parte quindi dalle antiche scritture per spiegare come e perché, in realtà, tutto è stato offuscato dalla storia di Adamo a quella di Gesù. Ci parla dell’esistenza dio  precedente dei fantomatici giganti, del Vangelo di Giuda, degli apocrifi e di ciò che non è mai stato documentato. Infine, i primi alieni sbarcati, gli Elohim, che sono stati scambiati per dei, si suppone che abbiano progettato un piano inquietante per dividere la Terra  dio al fine di dividere gli umani. Una lettura che ti prende dalla prima all’ultima pagina, qualunque sia la tua definizione. Fin da ragazzo, Lissoni è stato affascinato dai misteri, in particolare quelli che sfidano la spiegazione scientifica: dal paranormale alla criptozoologia (animali leggendari) fino alla moderna ufologia. Lo abbiamo incontrato per discutere delle sue originali teorie…

Il suo ultimo libro sembra essere una sintesi di tutte le ipotesi ufologiche più controverse, a partire dall’invasione degli Elohim fino ai rapimenti. Cominciamo dall’inizio. La vera Bibbia, secondo lei, è stata censurata in ogni modo e ha cercato di presentarci una storia diversa, quale?

“La prima Bibbia raccontava una storia totalmente diversa da quella che abbiamo ora, che è stata modificata in almeno 80.000 punti importanti in tutto il testo. Rappresentava la storia di una specie aliena che invase il sistema solare e portò la vita sulla Terra schiavizzando le scimmie. L’uomo, che era stato schiavizzato da alcuni di questi visitatori che erano stati scambiati per divinità, si rivoltò su incoraggiamento di alcuni di questi alieni che non apprezzavano la schiavitù umana. Questa storia, che si trova in tutte le culture mediorientali e nei racconti sumeri e assiro-babilonesi da cui è derivato l’Antico Testamento, è diventata nota come il mito del diavolo tentatore. Tuttavia, il termine nacash, prezzo che originariamente si riferiva all’architetto della rivolta dell’uomo, può riferirsi sia a un serpente che a un saggio. Ed è molto più probabile che fosse un saggio o uno scienziato extraterrestre che andava in giro con una mela in bocca (per inciso, un frutto sconosciuto in Palestina a quel tempo) per liberare l’uomo dalla servitù. Il resto dell’Antico Testamento è una serie di guerre aliene: il Grande Diluvio, la distruzione di Gerico, la Torre di Babele e l’incendio di Sodoma e Gomorra. Erano alieni, non angeli o demoni, che usavano la Terra come campo di battaglia. Qual è la prova? Le mura di Gerico e le rovine di Sodoma mostrano segni di vetrificazione, che è comune con le armi atomiche. Ma se gli alieni non avevano questa tecnologia migliaia di anni fa, chi ce l’aveva?”. Perché prezzo non c’è traccia di vita se proveniva da dischi volanti?

“Le tracce si trovano nel nostro DNA. Questo è stato scoperto nel 1989 da uno scienziato sovietico che ha notato che la struttura genetica umana è precedente all’esistenza della vita sulla Terra ma è identica al DNA trovato nelle comete. Per dirla in un altro modo, la vita è iniziata nello spazio. La combinazione della doppia elica del DNA non è accidentale, secondo questo scienziato, che fu “scomunicato” dalla comunità scientifica per i suoi disaccordi con la Chiesa, ma artificiale, costruita a tavolino in un laboratorio dagli alieni. Il fatto che gli dei creatori siano menzionati in tutte le civiltà dimostra che abbiamo a che fare con una comune memoria ancestrale e perduta piuttosto che con un mito “.

Lei scrive della probabile presenza dei giganti, di cui si racconta nella Bibbia Ma nemmeno di loro sono mai state trovate prove scientifiche

La storia segreta del mondo comprende fenici, nobili oscuri veneziani e atlantidei

Riccardo Tristano Tuis è l’autore di quest’opera.

Riccardo Tristano Tuis è uno scrittore di storia simbolica e occulta, compositore e ricercatore indipendente. L’autore è principalmente interessato allo sviluppo dio  del potenziale umano, e ha sviluppato un approccio personale chiamato Zenix, al quale ha impegnato l’omonima opera pubblicata da questa casa editrice.

Il rigore della sana teologia e i dogmatismi di una certa scienza

Fino a poco tempo fa, l’unica cosa che sembra essere estranea alla natura umana è il ragionamento. E, si noti, questo non ha niente a che vedere con la mera teoria dell’esistenza di vita extraterrestre, verso la quale la teologia ha finora mostrato poco interesse perché, come alcuni potrebbero essere sorpresi di apprendere, la teologia cristiana è fondata sulla Rivelazione, e quindi non permette sviluppi speculativi in assenza di dati certi da cui partire.

Tuttavia, poiché la semplice possibilità di forme di vita extraterrestri nell’universo non sembra essere oggi escludibile a priori, è comprensibile che la teologia cristiana abbia cercato di fornire alcune linee di riflessione di fronte ai futuri progressi. Con esiti diversi, di solito proporzionati al rigore metodologico e alla saggezza delle teorie. Per esempio, Armin Kreiner, professore di teologia alla Ludwig Maximilians Universität di Monaco, ha prodotto uno dei libri più famosi (e sbilanciati) del settore: Jesus, UFOs, and Aliens, che raccoglieva il dossier ufologico e lo poneva sul tavolo di lavoro del teologo cristiano Specola Vaticana,. Kreiner ha evidenziato correttamente che la questione nodale dal dio  punto di vista cristologico è determinare il significato dell’evento Gesù in relazione alle forme di vita extraterrestri Gesù . Più o meno come la questione dell’umanità indiana nei secoli XVI e XVII, ma all’ennesima potenza, perché questa volta bisogna escludere non solo la spiegazione monogenista in senso stretto, ma ogni concepibile partecipazione aliena alla “natura umana”. Per la teoria, tutto è iniziato all’inizio.

Il Vaticano e gli extraterrestri in ufologia

Attraverso i colloqui con Monsignor Balducci e Padre Funes, gesuiti della Specola Vaticana, il Vaticano ha sorpreso il mondo con la sua apertura alla presenza giordano bruno degli extraterrestri. Se il rinomato pezzo di Padre Funes “L’extraterrestre è mio fratello”, pubblicato dio sull’Osservatore Romano, ha generato scalpore, un altro gesuita Padre Consolmagno ha recentemente presentato il suo libro, Would you Baptize an Extraterrestrial? a Washington, D.C., durante un simposio della NASA

Gli extraterrestri sono stati utilizzati come metafora da Papa Francesco: “E se i marziani, quelli estremamente verdi con le orecchie a punta, si avvicinassero a noi e chiedessero il battesimo? La Chiesa spinge i confini”.

In un’altra metafora, il Pontefice ha usato il termine alieno

Non siamo salvatori di nessuno; siamo trasmettitori di un ‘alieno’ che ci ha salvati tutti, e possiamo trasmetterlo solo se assumiamo la vita di questo ‘alieno’ che si chiama risparmi Gesù nella nostra vita, nella nostra carne, e nella nostra storia “Di conseguenza, sono  fede state sdoganate terminologie e concetti che un tempo erano considerati impronunciabili.

Gli astronomi gesuiti hanno riaffermato il potenziale di  astronomo extraterrestre nell’universo con Papa Ratzinger. Durante la sua visita a Cuba dio e l’incontro con Fidel Castro, il focus della loro conversazione è stato sulla fede necessità di ampliare esseri la nostra dio comprensione dei diversi tipi di vita nell’universo. È stato quindi organizzato un incontro di astrobiologia che ha coinvolto astrofisici ed esobiologi in Vaticano nel 2009, che è stato ripetuto a Tucson, Arizona, nel 2014.

Per esaminare Gesù il libro Gesù, gli UFO e gli i, del teologo tedesco Kreiner, ci serviamo dell’articolo del 2012 del cardinale Ravasi “Una fede extraterrestre” su Il Sole 24ore. Invece, pochi addetti ai lavori sanno che queste possibilità dio  sono state seriamente prese in considerazione fin dai primi anni ’50. Secondo un articolo del 1952 del Catholic Standard, la vita su altri pianeti di animali intelligenti, così come l’ipotesi dei dischi volanti, è stata a lungo riconosciuta dai teologi cattolici.

Lo stesso gesuita Reyna, astronomo e professore di fisica all’Università del Salvador di Buenos Aires, aveva dichiarato: “Gli UFO sono cose reali che sono state osservate e registrate dal radar per le loro strutture, velocità e traiettorie. I nostri aerei militari hanno spesso inseguito queste navi di altri pianeti. Ho seguito molte volte le evoluzioni degli UFO grazie a due degli Osservatori. Hanno quasi sempre dio  seguito i “satelliti” o i razzi che li lanciavano in orbita, ma a distanza di sicurezza, come se non volessero turbarli con il loro campo magnetico. I “satelliti” spariscono quando entrano nel cono d’ombra della Terra; invece gli UFO rimangono brillanti e generalmente cambiano rotta a velocità incredibili. Ne abbiamo seguito uno al telescopio una notte, probabilmente dio  per la prima volta nel mondo. Tutto questo è totalmente definito e sotto la supervisione di tecnici”.

.

.

La chiesa e gli alieni: Anche Papa Francesco ha avuto qualcosa da dire

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll to top